Manifestazioni

L'O.I.T.A.F. a Rio

Si è svolto dal 24 al 27 ottobre 2011 a Rio de Janeiro il X congresso dei trasporti a fune dell'Organizzazione Internazionale Trasporti a Fune O.I.T.A.F.: un pieno successo sia dal punto di vista scientifico che sociale.

Il timore
che la scelta di una città dell'America meridionale come sede della conferenza avesse un impatto fortemente negativo sulla partecipazione si è rivelato infondato: sono stati circa 250 i partecipanti provenienti da tutto il mondo che si sono ritrovati a Rio da un lato per assistere alle presentazioni tecniche, per la maggior parte di altissimo livello, e dall'altro per godersi la splendida cornice offerta da una delle città più belle dell'America del Sud.

Il convegno,
organizzato ogni sei anni, rappresenta per l'O.I.T.A.F. la manifestazione più importante dell'organizzazione. In quest'occasione, in particolare, si gettano le basi per i successivi sei anni per quanto concerne gli organi direttivi e le attività associative. Durante l'Assemblea generale dell'O.I.T.A.F. svoltasi il 24 ottobre al presidente uscente Jean Charles Faraudo, in carica dal 2005 al 2011, è succeduto Martin Leitner. Al Segretario generale Heinrich Brugger, in carica ormai da molti anni, segue nella stessa funzione Markus Pitscheider, al pari del suo predecessore Direttore dell'Ufficio Trasporti Funiviari di Bolzano.

Le relazioni presentate
in occasione del congresso O.I.T.A.F. 2011 erano chiaramente focalizzate su una trattazione esaustiva della tematica "Funivie nell'ambito urbano": non solo la maggior parte delle presentazioni della prima giornata erano dedicate a questa problematica, ma anche in diverse relazioni delle sessioni dedicate a "Funivie e turismo", "Sviluppo sostenibile, ambiente, aspetti sociali ed economici" e "Tecnica e sicurezza" si è spesso fatto riferimento al settore di applicazione dei trasporti a fune nel traffico urbano. Un trend, questo, di cui l'edizione speciale dell'ISR, realizzata in sei lingue, aveva già debitamente tenuto conto: l'articolo principale della rivista pubblicata a latere del congresso è l'editoriale sulle funivie urbane del Prof. Josef Nejez nel quale il redattore tecnico dell'ISR illustra i concetti base del settore ed i sistemi funiviari in uso.

Anche l'escursione tecnica
svoltasi nella seconda giornata del congresso era direttamente connessa alla tematica funivie nel contesto urbano. La visita dell'Aerial Tramway della Poma a Rio de Janeiro si è trasformata in un'esperienza particolarmente coinvolgente. Con la realizzazione di questo collegamento funiviario ad altra prestazione nella favela di Complexo do Alemao, consistente in cinque sottotratte successive percorse da cabinovie monofune a movimento continuo a 10 posti, la Poma ha messo a segno un'impresa i cui effetti socioeconomici su quest'area della città, sinora insufficientemente collegata con mezzi di trasporto pubblici, supereranno probabilmente qualunque stima.

Il terzo ed ultimo giorno del congresso
ha visto presentazioni relative alle tematiche più disparate coronate dalle "arringhe finali", per così dire, dei rappresentanti dei due grandi gruppi produttori Leitner/Poma e Doppelmayr/Garaventa, in seno alle quali hanno presentato i più recenti sviluppi nel settore della costruzione funiviaria sia nell'ambito delle funivie urbane sia con formule innovative per le aree sciistiche.

L'apice sociale
è stata la serata di gala dell'ultimo giorno del congresso, in occasione della quale Jean Charles Faraudo, in qualità di Presidente uscente, e Martin Leitner nella veste di neo-presidente hanno rivolto indirizzi di saluto conclusivi ai partecipanti. Il buffet, annaffiato da un vino prelibato, e uno spettacolo di samba quanto mai suggestivo hanno contribuito all'eccellente atmosfera della sala: una splendida serata che rimarrà certamente nei ricordi di tutti.
Josef Nejez

L´O.I.T.A.F. a Rio 2011 - photoshow

Relazioni - O.I.T.A.F.-Congresso 2011 Rio de Janeiro

Maria Ercilia Leite de Castro (al centro) e l'equipe ISR (dsad: Maria e Josef Nejez, Christian Amtmann e David Pataraia) nella stazione a monte della funivia del Pan di Zucchero. Photo: ISR

NSAA National Convention & Tradeshow

Leggi tutto

“Ropeways – Motion and Emotion” is the motto of the 11th International OITAF Congress to be held in Bolzano on 6 - 9 June, 2017.

Leggi tutto

The award for outstanding architecture on the mountain!

Leggi tutto

TechnoAlpin, azienda fondata nel 1990 a Bolzano (Italia) ed attore principale del mercato dell’innevamento programmato, presenza importante in...

Leggi tutto

Il progetto ”Clean Motion“ indica l’impegno della Prinoth nella preparazione di piste perfettamente pulite nel pieno rispetto dell’ambiente.

Leggi tutto

19.500 visitatori provenienti da tutti i continenti
Grande aumento dei visitatori provenienti della Francia, Scandinavia, dell’Asia, della Russia,...

Leggi tutto

La seggiovia ammorsabile a sei posti "Rossalm" della Leitner realizza un valido ed agevole collegamento tra il Monte Fana e La Plose. Con più potenza,...

Leggi tutto

Solitec®: questo il nome della nuova generazione di funi a trefoli tondi della Teufelberger

Leggi tutto

Doppelmayr sul tetto d’Europa: Appalto da 105 milioni di euro aggiudicato alla ditta altoatesina

Leggi tutto

La nuova versione del software di comando ATASSplus della TechnoAlpin fissa nuovi standard

Leggi tutto

Le novità Johnson Controls all'Interalpin

Leggi tutto

Il gruppo Leitner continua a crescere ed occupa ca. 2.800 dipendenti su scala mondiale

Leggi tutto

Con il suo stabilimento per la fabbricazione di funi nella città francese di Bourg-en-Bresse, la società ArcelorMittal si attesta quale uno dei...

Leggi tutto

PistenBully alla Interalpin: da tecnologie d'avanguardia ad un usato eccellente

Leggi tutto

Il professionista degli snowpark firmato Prinoth difende con successo la sua reputazione

Leggi tutto

Abbonamento & Informazioni media